The Founding of YouTube

YouTube è il sito di video sharing più popolare su internet, con oltre 800 milioni di visitatori unici al mese e circa quattro miliardi di ore di video visti mensilmente.
YouTube è anche il secondo più grande motore di ricerca.
Come piattaforma di condivisione video, consente a singoli individui, gruppi e anche alle aziende di raggiungere un pubblico più ampio a poco o nessun costo, condividendo i loro video online.
Al centro del suo successo globale è la necessità e il desiderio umano di raggiungere e condividere i video che trovano interessanti con gli altri. La grande popolarità di YouTube può essere attribuita alla sua semplicità e facilità d’uso. Chiunque abbia una connessione internet può accedere e persino caricare un video su YouTube.

Tre amici e un’idea

YouTube era il figlio del cervello di tre individui. Steven Chen, un programmatore nato a Taiwan, Jawed Karim, un programmatore di computer nato nella Germania dell’Est e il Ciad Hurley, un grafico. Questi tre individui si sono incontrati e sono diventati amici mentre lavoravano presso PayPal, un sistema di pagamento online. Nel 2002, PayPal è stato acquistato dalla società di aste online eBay, e tutti i dipendenti di PayPal hanno ricevuto dei bonus come risultato di questa vendita, un fatto che avrebbe contribuito alla crescita di YouTube.

Ci sono diverse storie su come è nata l’idea di un sito di video sharing. A quanto pare, Steven Chen ha ospitato una cena e ne ha avuto registrazioni digitali, ma non è riuscito a trovare un modo semplice per condividerle con i suoi amici. Nello stesso periodo in cui si sono verificati due incidenti, lo Tsunami dell’Oceano Indiano del 2004 e il famoso malfunzionamento del guardaroba di Janet Jackson durante la sua performance di metà tempo durante il super Bowl XXXVIII nel febbraio 2004. Sebbene entrambi gli incidenti fossero stati coperti da vari media, il video non è stato trovato online.

I tre amici videro un’opportunità e decisero di capitalizzarla. Tutti hanno contribuito con una parte del loro bonus di PayPal, con Harley che ha messo a disposizione il suo garage e Chen che ha sostenuto la maggior parte delle spese per l’attrezzatura, la potenza e la larghezza di banda utilizzando la sua carta di credito.

Youtube va in diretta

Il 14 febbraio 2005 il trio ha registrato il nome a dominio youtube.com. Il 15 febbraio hanno fondato una società, YouTube LLC con il motto ‘broadcast yourself’. La prima condivisione video su YouTube ha avuto luogo il 23 aprile 2005. Si trattava di un secondo video di Karim di 18 secondi allo zoo. Il trio ha poi iniziato a diffondere notizie sul loro sito. Nel novembre 2005, il sito aveva guadagnato un po’ di popolarità e il trio aveva una nuova sfida: il finanziamento.

Finanziamento della grande idea

L’attrezzatura con cui avevano iniziato si stava rivelando inadeguata, dato che sempre più persone condividevano e guardavano i video sul sito. A questo punto, Chen aveva già esaurito le sue carte di credito. Chiamò un vecchio conoscente di PayPal e chiese assistenza. È stato indirizzato a Sequoia Capital, una società che ha aiutato a finanziare molte società di start-up tecnologiche, tra cui PayPal.
Hanno ricevuto 3,5 milioni di dollari per aiutarli a continuare a crescere. E crescere hanno fatto. In realtà, sono cresciuti a passi da gigante. Nell’aprile 2006 avevano bisogno di espandersi ancora un po’ e si sono avvicinati a Sequoia Capital e hanno ottenuto 8 milioni di dollari. Il denaro ha permesso loro di spostarsi dal garage di Hurley in uno spazio ufficio più grande e di assumere 20 dipendenti. Hurley è diventato il CEO, mentre Chen era il Chief Technology Officer. Karim, tuttavia, ha deciso di tornare a scuola e si è iscritto a un programma di laurea alla Stanford University.
Una pietra miliare nella storia di YouTube è che nel 2005 un video di Nike con la star del calcio Ronaldinho è stato il primo video mai visto 1 milione di volte sul sito.

Venduto!

Tuttavia, per quanto la popolarità del sito stesse crescendo in modo esponenziale, non stava portando grandi introiti. L’aumento del traffico ha fatto sì che molte risorse fossero dedicate a garantire che il sito avesse sufficiente larghezza di banda e archiviazione dei dati. Intorno a questo periodo si sono anche imbattuti in alcune sfide di violazione del copyright, di cui ci si è occupati creando partnership e accordi con i titolari del copyright. Il sorprendente successo dell’azienda è stato notato da Google e il 9 ottobre 2006 l’azienda è stata acquistata a 1,65 miliardi di dollari.
Google aveva la capacità di trasformare YouTube in un’impresa redditizia attraverso il suo sistema di annunci Google. Non appena il gigante della tecnologia ha preso YouTube, il resto, come si dice, è storia.